Consigli alimentari per la vista

  1. Carote: ricche di vitamnia A essenziale perchè contiene beta-carotene un prezioso antiossidante. Oltre alle carote sono ricchi di vitamina A anche i cavoli e la lattuga. Una carenza di questa preziosa vitamina può essere causa di nictalopia, la cecità notturna.
  2. Spinaci: ricchi di ferro contengono anche un carotenoide, la luteina, che aiuta a proteggiere gli ochhi dalla cataratta e la degenerazione maculare senile. Lo stesso antiossidante è presente anche nell'insalata verde, nei porri e nei piselli.
  3. Frutta: kiwi, arance, peperoni, peperoncino, fragole e lamponi sono ricchissimi di vitamina C che aiuta ad eliminare i radicali liberi causa di danni agli occhi.
  4. Soia: contiene acidi grassi essennziali, fitoestrogeni, vitamina E natura e agenti anti-infiammatori che fanno bene agli occhi.
  5. Aglio e cipolla: sono entrambi degli ottimi alimenti per migliorare la vista. Contengono infatti zolfo, che aiuta a rendere la lente oculare più forte e resistente.
  6. Albicocche: ricche di vitamnia A, proteggono gli occhi dai dannni causati dai radicali liberi.
  7. Uova: grazie al loro elevato contenuto di cisteina, zolfo, lecitina, amminoacidi e luteina, aiutano a proteggere gli ochhi dalla cataratta e dalla degenerazione maculare senile.
  8. Salmone, tonno e sardine: sono molto ricche di acidi grazzi Omega-3, ottimi per la vista, ma nache per la salute dell'apparato cardiovascolare.
  9. Broccoli: contengono luteina e zeaxantina, due fitonutrienti antiossidanti della famiglia dei carotenoidi, che proteggono gli occhi dal fattore di stress dei radicali liberi.
  10. Cioccolato fontente: contiene flavonoidi che, proteggendo la circolazione degli occhi, rinforzano cornea e cristallino. Il cioccolato fondente deve però essere consumato puro per agire come "scudo" per la vista.

Una corretta alimentazione è la migliore medicina preventiva per mantenere gli occhi in salute il più a lungo possibile, esattamente come lo è valutare costantemente se le lenti a contatto in uso sono ancora la scelta migliore, oppure si paventa la possibilità di cambiarle per fruire di nuove opportunità messe a disposizione dalla tecnlogia, come ad esempio il ricorso di lenti dotate di filtro UV2